Assegno di maternità

Materia: 
Riferimenti
Ufficio: 
Ufficio Marginalità e famiglia
Telefono: 
0586 824183 - 0586 824180
Fax: 
0586 518173
Indirizzo: 
Via Uberto Mondolfi, 173 - Pascoli
Orario di apertura: 
Lunedì e venerdì 9:00 - 13:00, martedì e giovedì 15:30 - 17:30 agosto escluso, chiuso il mercoledì
Responsabile
Responsabile del procedimento: 
Paola Carletti
Telefono: 
0586 824180
Descrizione

Contributo economico statale erogato dall’INPS a sostegno della maternità per le madri casalinghe o disoccupate che non percepiscono alcuna forma di tutela economica di maternità o che la percepiscono in misura ridotta.
Il Comune accoglie le domande e cura l’istruttoria per conto dell’INPS, verificando la sussistenza dei requisiti di ammissione, tra cui l'indicatore ISEE del nucleo familiare, che per l'anno 2019 deve essere inferiore o pari  al valore di € 17.330,01, e comunica i nominativi degli aventi diritto all’INPS ai fini dell’erogazione dell’assegno che per  l’anno 2019 è pari a euro 346,39 mensili per cinque mesi (per un totale di euro 1.731,95) per ogni figlio nato.

Moduli
FileDimensione
PDF icon Domanda Ass. Maternità 236.55 KB
Allegati
Costi e modalità di effettuazione dei pagamenti

Nessun costo

Modalità di presentazione

La richiesta può essere presentata dopo la nascita e successivamente al comunicato della Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le Politiche della famiglia pubblicato sulla GU n. 82 del 6/04/19 e non oltre i 6 mesi dalla data del parto o dall’adozione e dall’affidamento preadottivo.

  • Per la richiesta di informazioni e per la presentazione della domanda rivolgersi:
    1. Settore Politiche Sociali e Sociosanitarie - Ufficio Marginalità e famiglia - Via Mondolfi 173 – 57128 Livorno (c/o la RSA Pascoli –Via di Montenero 92);
    2. URP –Ufficio Relazioni con il Pubblico - P.zza del Municipio 1 p.t. – tel. 0586 820204/205
    3. Centro Servizi al cittadino Area Nord - P.zza Saragat 1 – tel. 0586 824811
    4. Centro Servizi al cittadino Area Sud - Via Machiavelli 21 – tel. 0586 824920.
  • Allegati da presentare:
    1. Modulo INPS SR163 (richiesta pagamento di prestazioni a sostegno del reddito)
    2. Fotocopia certificazione ISEE in corso di validità.
    3. Fotocopia della carta di soggiorno della richiedente, o permesso di soggiorno CE per cittadina extra-comunitaria
Tempi del procedimento

30 giorni dalla presentazione della domanda per la trasmissione della richiesta sul portale dell’INPS, se in possesso dei requisiti, o per la comunicazione all’interessato del diniego.
L’INPS paga l’importo spettante mediante accredito sul conto corrente bancario/postale  o libretto postale  o carta prepagata in un'unica soluzione come attestato sul modulo INPS SR163.

Atto finale

Determina di accertamento o di diniego del diritto.
Invio telematico all’INPS dei dati necessari al pagamento dell’assegno richiesto.

Normativa di riferimento
  • Legge 23 Dicembre 1998, n. 448 “ Misure di finanza pubblica per la stabilizzazione e lo sviluppo” artt. 65-66 all’assegno per il nucleo familiare e sull’assegno di maternità"
  • DPCM 15 Luglio 1999 n. 306 "Regolamento concernente disposizioni per gli assegni per il nucleo familiare e di maternità, a norma degli articoli 65 e 66 della legge 23 dicembre 1998, n. 448, come modificati dalla legge 17 maggio 1999, n. 144"
  • Legge 22 Dicembre 1999, n. 488 art. 49
  • Legge 17 Maggio 1999, n.144 “Misure in materia di investimenti, delega al Governo per il riordino degli incentivi all’occupazione e della normativa che disciplina, nonché disposizioni per il riordino degli Enti previdenziali”
  • DPCM 21 dicembre 2000, n. 452 “Regolamento recante disposizioni in materia di assegni di maternità e per il nucleo familiare, in attuazione dell'articolo 49 della legge 22 dicembre 1999, n. 488, e degli articoli 65 e 66 della legge 23 dicembre 1998, n. 448"
  • Legge 26 marzo 2001, n. 151 “Testo unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità, a norma dell'articolo 15 della legge 8 marzo 2000, n. 53”
  • DPCM 25 maggio 2001, n. 337 “Regolamento recante modifiche al decreto del Ministro per la solidarietà sociale 21 dicembre 2000, n.452, in materia di assegni di maternità e per i nuclei familiari con tre figli minori”
  • DPCM 18 gennaio 2002, n. 34 “Regolamento recante modifiche al decreto del Ministro per la solidarietà sociale 25 maggio 2001, n. 337, in materia di assegni di maternità e per i nuclei familiari con tre figli minori"
  • Legge  8 gennaio 2007, n. 3 “Attuazione della direttiva 2003/109/CE relativa allo status di cittadini di Paesi terzi soggiornanti di lungo periodo”
  • Comunicato del  Dipartimento delle politiche per la famiglia pubblicato sulla G.U. n. 82 del 16/04/19” Rivalutazione per l'anno 2019 della misura degli assegni e dei requisiti economici, ai sensi dell'articolo 65, comma 4, della legge 23 dicembre 1998, n. 448" e all'articolo 74 del D.Lgs. 26 marzo 2001, n. 151, è risultata pari a 1,1 per cento.
Ultima modifica: 
Lunedì, 24 Giugno, 2019 - 12:10