certificato plurilingue di residenza ed esistenza in vita

Materia: 
Riferimenti
Ufficio: 
Ufficio competente
Telefono: 
3666594638 Martedì e Giovedi 9-11
Indirizzo: 
Piazza del municipio 50, Livorno
Orario di apertura: 
Da lunedì a venerdì 9:00 - 13:00, martedì e giovedì anche 15:30 - 17:30 agosto escluso
Responsabile
Responsabile del procedimento: 
Lodovica Lanzotti
Telefono: 
0586 820458
Descrizione

Possono essere rilasciati su modello plurilingue i certificati di residenza, esistenza in vita e di capacità di contrarre matrimonio. Il certificato plurilingue è redatto per l’utilizzo all’estero, e precisamente, per i Paesi che hanno aderito a specifiche convenzioni internazionali.
Per conoscere l'elenco dei paesi aderenti contattare direttamente l'ufficio Anagrafe.
Per la richiesta è necessario conoscere i dati certi per identificare l'intestatario. Se il richiedente non è l'intestatario, occorre produrre una delega firmata da quest'ultimo accompagnata dalla fotocopia di un suo documento di identità valido. Occorre specificare se il certificato è richiesto per matrimonio.
​I certificati plurilingue sono validi per sei mesi. Possono avere valore anche oltre i sei mesi, se l’utente dichiara in calce al certificato che le informazioni in esso contenute non hanno subito modifiche.

Istruzioni per l’uso dei modelli plurilingue del Regolamento (UE) n.1191/2016: “che promuove la libera circolazione dei cittadini semplificando i requisiti per la presentazione di alcuni documenti pubblici nell'Unione europea e che modifica il regolamento (UE) n. 1024/2012”
Questo regolamento entra in vigore nei paesi aderenti alla UE il 16 febbraio 2019 e non interviene su alcuna altra convenzione internazionale sui modelli plurilingue (Vienna, Parigi, L’Aja, Berlino ecc.) e sulla legalizzazione o apostille.

Dispone solo che, quando uno stato membro deve rilasciare uno di questi certificati, non serve né legalizzazione né traduzione, se viene allegato ad uno dei moduli previsti nel regolamento stesso:
-nascita;
-esistenza in vita;
-decesso;
-nome;
-matrimonio, compresi la capacità di contrarre matrimonio e lo stato civile;
-divorzio, separazione personale o annullamento del matrimonio;
-unione registrata, compresa la capacità di sottoscrivere un'unione registrata e lo stato di unione registrata;
-scioglimento di un'unione registrata, separazione personale o annullamento di un'unione registrata;
-filiazione;
-adozione;
-domicilio e/o residenza;
-cittadinanza;
-assenza di precedenti penali, a condizione che i documenti pubblici riguardanti tale fatto siano rilasciati a un cittadino dell'Unione dalle autorità del suo Stato membro di cittadinanza.

Quindi dal 16 febbraio 2019 quando viene richiesto uno dei certificati di cui all’elenco, al fine della sua presentazione in uno dei paesi UE, bisogna:
-Rilasciare il certificato in lingua italiana, sottoscriverlo e munirlo del timbro-sigillo;
-Apporre la marca da bollo, se e quando dovuta, per l’uso richiesto;
-Compilare il modello plurilingue, che l’UE ha contraddistinto con la numerazione romana (I, II, III, IV ecc.). A ciascuno dei certificati dell’elenco corrisponde un modulo plurilingue, con lo stesso numero, in caratteri romani.

I moduli standard multilingue, contenenti le voci specifiche per paese, sono disponibili al seguente link: https://beta.e-justice.europa.eu
-Sezione: I tuoi diritti, Documenti pubblici
-Sezione: Ricorso alle vie legali, Moduli online, Documenti pubblici, che contiene i moduli standard multilingue in formato editabile.

 Per eventuali approfondimenti si consiglia di consultare il regolamento UE integrale

Moduli
Costi e modalità di effettuazione dei pagamenti

il costo per il rilascio del certificato è di euro 17,29; in caso di esenzione il costo è di euro 1,03;
 

Modalità di presentazione

Le modalità di presentazione della richiesta può essere fatta
1) mediante richiesta scritta allo sportello dell'ufficio Anagrafe centrale, Piazza del municipio 50, Livorno;
2) via e-mail all'indirizzo anagrafe@comune.livorno.it;
3) raccomandata all'indirizzo indicato nel punto primo;

Tempi del procedimento

immediati

Atto finale

rilascio del certificato

Normativa di riferimento

Convenzione di Parigi del 27.09.1956;
Convenzione di Vienna del 08.09.1976;
Regolamento (UE) n.1191/2016;
Regolamento (UE) n. 1024/2012;

Ultima modifica: 
Giovedì, 27 Agosto, 2020 - 09:35