Carta di Identità Elettronica (C.I.E.)

Materia: 
Riferimenti
Ufficio: 
Ufficio Anagrafe e notifiche
Telefono: 
3666594638 Martedì e Giovedì 9-11
Fax: 
0586518056
Indirizzo: 
Piazza del Municipio, 50 - Palazzo nuovo
Orario di apertura: 
Da lunedì a venerdì 9:00 - 13:00, martedì e giovedì anche 15:30 - 17:30 agosto escluso; sabato ore 9-13 in alternativa al centro Servizi al cittadino Area Nord
Responsabile
Responsabile del procedimento: 
Lodovica Lanzotti
Telefono: 
0586 820458
Descrizione
La carta d'identità elettronica (CIE) è il nuovo documento di identità che viene rilasciato ai cittadini italiani, comunitari e extracomunitari (se in possesso di un codice fiscale valido) al posto della vecchia carta di identità cartacea, la quale rimane emissibile solo in casi di reale e documentata urgenza (al momento la CIE non può essere emessa ai cittadini iscritti all'A.I.R.E ).

Si ricorda che la carta di identità cartacea ancora in corso di validità non necessita di essere rinnovata sino alla naturale scadenza.

Il Comune di Livorno rilascia la carta di identità elettronica previo appuntamento.
La prenotazione può essere richiesta telematicamente sul sito del Comune di Livorno, sezione Accesso veloce al seguente link:
http://www.comune.livorno.it/prenotazioneservizi/Avviso.asp

Validità
La Carta d'Identità ha validità diversificata in base all'età, ovvero:

  • 3 anni per i minori di 3 anni;
  • 5 anni da 3 a 18 anni di età;
  • 10 anni per i maggiori di 18 anni.
La data di scadenza corrisponde al giorno e mese di nascita del titolare, immediatamente succesiva alla scadenza che sarebbe altrimenti prevista.
È possibile richiedere una nuova Carta d'Identità nei 180 giorni precedenti la scadenza.

Rilascio carta di identità per i richiedenti protezione internazionale
In applicazione del decreto legge 21 ottobre 2020 n. 130, convertito nella Legge 18 dicembre 2020n n. 173, e della Circolare del Ministero dell’Interno n.11 bis del 26 ottobre 2020, al richiedente protezione internazionale, iscritto nell’anagrafe della popolazione residente, deve essere rilasciata una carta di identità cartacea di validità limitata al territorio nazionale e della durata di tre anni essendo in atto i necessari adeguamenti del circuito di emissione della carta  d’identità elettronica CIE.
Al momento della richiesta il richiedente può esibire il permesso di soggiorno per richiesta asilo oppure la ricevuta attestante la presentazione alla Questura della richiesta di protezione
internazionale, che costituisce permesso di soggiorno provvisorio.

Rilascio carta di identità CIE/carte cartacee valide per espatrio dopo passaggio in ANPR
Dopo il 9 dicembre 2020, con il passaggio alla banca dati nazionale, si è verificato che il sistema ANPR non consente per il momento di espletare la funzionalità di inserimento, per cui le cause ostative per i residenti nel comune di Livorno possono essere inserite soltanto in APR.
Si presenta, inoltre, il problema della conoscibilità della presenza di condizioni ostative per i cittadini non residenti, che dovessero richiedere agli sportelli del comune di Livorno il rilascio di carta di identità, cittadini richiedenti che potrebbero risiedere in un comune transitato ovvero non ancora transitato in ANPR. In merito alle condizioni ostative, si precisa che le stesse sono indicate alle lettere b), c), d), e), f), g) dell'art.3 della legge 21 novembre 1967, n. 1185 e che l'art.1 comma 1 del DPR n. 649/1974
stabilisce che il richiedente che intende utilizzare la carta di identità valida per espatrio, come equivalente del passaporto, deve sottoscrivere una apposita dichiarazione, in difetto si deve apporre sulla carta d’identità l’annotazione: “documento non valido ai fini dell’espatrio”. Dalla verifica sull'applicativo CIE e sul cartellino, si rileva che la dichiarazione di assenza di cause ostative all'espatrio viene assolta dal richiedente, nel caso della CIE, firmando l'ultima pagina della ricevuta e, nel caso di carta di identità cartacea, firmando il cartellino.
Alla luce di quanto sopra, per le 3 casistiche sopra illustrate devono essere seguite le seguenti procedure:
1) Richiedente residente nel comune di Livorno: l'operatore deve verificare in APR la presenza di condizioni ostative e, analogamente a quanto veniva fatto prima del 9 dicembre
2020, esegue le consuete operazioni di rilascio che prevedono di far firmare la dichiarazione di assenza delle cause ostative sulla ricevuta CIE/cartellino.
2) Richiedente residente in comune non transitato in ANPR:l'operatore richiede nulla osta al comune di residenza, e, analogamente a quanto veniva fatto prima del 9 dicembre 2020, esegue le consuete operazioni di rilascio che prevedono di far firmare la dichiarazione di assenza delle cause ostative sulla ricevuta CIE/cartellino.
3) Richiedente residente in comune transitato in ANPR: l'operatore non richiede nulla osta ed esegue le consuete operazioni di rilascio che prevedono di far firmare la dichiarazione di assenza delle cause ostative sulla ricevuta CIE/cartellino.

Allegati
Costi e modalità di effettuazione dei pagamenti

Il costo della CIE è di € 22,20, per il primo rilascio o rinnovo, e di € 27,30 in caso di duplicato (di queste cifre € 16,79 vanno allo Stato).
Tale importo deve essere corrisposto a sportello prima dell'invio della conferma della richiesta del procedimento.

Modalità di presentazione
Con  ANPR tutti i cittadini residenti nel territorio dello stato italiano possono fare richiesta di rilascio della CIE, sempre e solo se il proprio comune di residenza sia già subentrato.
Nel caso in cui un cittadino sia residente in un comune che non sia ancora subentrato in ANPR, è necessario fare richiesta di nulla osta al proprio comune di residenza attraverso il modulo di cittadini di comuni non subentrati in ANPR.
I principali presupposti di rilascio della C.I.E. (carta identità elettronica) sono invariati rispetto al vecchio documento cartaceo, ovvero:
  • presenza dell'interessato,
  • foto recente di caratteristiche adeguate, come spiegato di seguito;
  • riconoscimento con la carta di identità precedente o con altro documento valido od attraverso 2 testimoni muniti di documento valido;
  • obbligo di denuncia in caso di furto/smarrimento del documento e di esibire la denuncia alla richiesta di rinnovo; 
  • necessità di autorizzazione di entrambi i genitori per il rilascio di documento valido per l'espatrio ai minori;
  • per i maggiorenni possibilità di manifestare la propria volontà in ordine alla dichiarazione in merito alla donazione di organi e tessuti;
  • esibizione del  titolo di soggiorno e passaporto per gli stranieri.
Tuttavia la CIE prevede alcune specifiche particolarità:
  • si suggerisce di presentare la tessera sanitaria/codice fiscale per semplificare l'individuazione del soggetto nella banca dati (attraverso la lettura ottica del codice a barre);
  • è obbligatoria l'acquisizione delle impronte digitali - salvo casi oggettivi di impossibilità (amputati e simili);
  • il nuovo documento NON viene rilasciato immediatamente, in quanto stampato in modo centralizzato dall'Istituto Poligrafico dello Stato ed inviato per posta entro 6 giorni lavorativi. Gli interessati quindi dovranno dichiarare se desiderano riceverlo al loro recapito (residenza, o altro indirizzo dichiarato). Nel caso decidano per il loro recapito è opportuno sappiano che potrà ritirarlo solo il titolare o la persona da lui specificatamente delegata in sede di richiesta e sempre previa esibizione di documento di riconoscimento. All’indirizzo indicato deve essere presente un campanello recante il nome del destinatario o della persona da lui delegata al ritiro (ed indicata all’atto della richiesta ) e una cassetta delle lettere nella quale inserire l’eventuale avviso di giacenza in caso di assenza del destinatario o suo delegato.
A seguito della richiesta di CIE verrà ritirata la precedente carta di identità e rilasciata (analogamente alla patente di guida) una ricevuta con foto e n° identificativo del nuovo documento. Sul retro della ricevuta saranno riportati i dati della spedizione e il numero della raccomandata, per consentire il cittadino di tracciare il suo documento. Viene anche rilasciata la prima parte del PIN e del PUK utili per accedere alle applicazioni della CIE. La seconda parte del PIN sarà inviata per posta insieme al documento.

Per la CIE  è sufficiente una foto sempre di qualità adeguata e recente ed in grado di rappresentare l'interessato così come si presenta "alla vista" dell'operatore a quel momento. La foto deve ritrarre il soggetto a mezzo busto e a capo scoperto, non di profilo e con gli occhi ben visibili senza occhiali. Le caratteristiche sono le stesse previste per il rilascio del passaporto;

Per il rilascio della CIE ai minorenni è sempre necessaria la presenza del minore (qualunque sia la sua età)  accompagnato da almeno un genitore o da chi ne fa le veci.
La carta d'identità deve riportare la firma del titolare che abbia già compiuto 12 anni e le impronte.
Per rilasciare il documento con validità per l'espatrio è necessario l'assenso di entrambi i genitori, reso anche in tempi diversi o con autorizzazione scritta del genitore che non accompagna (per cui è possibile scaricare il modello dalla presente scheda) accompagnata dalla fotocopia fronte/retro del documento del dichiarante da cui si riconosca la corrispondenza della firma, oppure l'assenso del tutore munito di nomina; in caso di impedimento o di assenza di uno dei genitori, è necessaria l'autorizzazione del Giudice tutelare (anche nel caso di affidamento esclusivo)

Dichiarazione in merito alla donazione di organi e tessuti
Durante l'emissione della carta d'identità è possibile esprimere il proprio consenso, diniego o astensione alla donazione di organi e tessuti sottoscrivendo il modulo di adesione.

Rilascio carta d'identità cartacea
È ancora possibile rilasciare la carta d'identità cartacea nei seguenti casi:

  1. cittadino residente in comune non ancora subentrato in ANPR impossibilitato a presentarsi allo sportello per impedimento fisico;
  2. cittadino italiano residente all'estero ed iscritto nell'AIRE del Comune di Livorno;
  3. cittadino non residente ma temporaneamente domiciliato nel Comune di Livorno o iscritto nell'AIRE di altri Comuni non subentrati.
         In questi casi il rilascio del documento avviene, come specificato dalle disposizioni ministeriali in materia, “solo in casi di particolare ed urgente necessità dimostrata”  ed esclusivamente previo nulla osta del comune di residenza.

        4. casi di "reale e documentata urgenza".

In tutti questi casi è necessario presentarsi portando con sé, oltre al documento scaduto/in scadenza, due foto tessera recenti.
Per i casi di cui al punto 4. è necessario esibire anche la documentazione che attesti la natura dell'impedimento.
 

Tempi del procedimento

Il rilascio NON è immediato. La CIE viene inviata all'indirizzo indicato entro 6 giorni lavorativi.
 

Atto finale

Rilascio nuova Carta di Identità elettronica (C.I.E.).

Normativa di riferimento

Riferimenti normativi
Articolo 3 del T.U.L.P.S., emanato con regio decreto n. 773 18 giugno 1931 - Approvazione del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza.
Art.291 comma 3 del Regio Decreto 6 maggio1940 n. 635 – Approvazione del regolamento per l'esecuzione delle leggi di pubblica sicurezza.
D.P.R. 30 novembre 1965 nr. 1656.
L. 21 novembre 1967 nr. 1185.
D.P.R. 6 agosto 1974 n. 649.
DPR N. 649/1974, che disciplina l'uso della carta d'identità e degli altri documenti equipollenti al passaporto ai
fini dell'espatrio;
Art. 5 D. Lgs. 7 marzo 2005, n. 82 recante il "Codice dell'amministrazione digitale".
Art. 10, comma 3, del D.L. 78/2015 recante "Disposizioni urgenti in materia di enti territoriali", convertito dalla legge 6 agosto 2015, n. 125 ha introdotto la nuova Carta di Identità Elettronica (CIE).
Art.18 del D.M del 23 dicembre 2015, il quale dispone che "Le carte d'identità in formato cartaceo ed elettronico rilasciate fino all'emissione della CIE di cui al presente decreto mantengono la propria validità fino alla scadenza”.
Decreto del Ministro dell'interno del 23 dicembre 2015, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 30.12.2015, nel quale sono state definite le caratteristiche tecniche, le modalità di produzione, di emissione, di rilascio della carta d'identità elettronica, nonché di tenuta del relativo archivio informatizzato.
CIRCOLARE N. 11/2016 - Ministero dell'Interno - Ulteriori indicazioni in ordine all'emissione della nuova CIE.
CIRCOLARE N. 10/2016 - Ministero dell'Interno - Nuova carta d'identità elettronica.
Delibera della Giunta comunale del Comune di Livorno n. 431 del 13 settembre 2016 “Rilascio carta di identità elettronica. "Aggiornamento diritti a titolo di rimborso spese di emissione”.
CIRCOLARE del Ministro dell'interno N. 8 del 05/09/2017 OGGETTO: Nuova carta d'identità elettronica.
CIRCOLARE del Ministro dell'interno N. 4 del 31/03/2017 OGGETTO: Nuova carta d'identità elettronica.
DECRETO-LEGGE 21 ottobre 2020, n. 130;
​CIRCOLARE N.11bis del 26 ottobre 2020;

Note

Per l'espatrio di minorenni
Per il minore di 14 anni l'uso della carta d'identità ai fini dell'espatrio è subordinato alla condizione che il minore viaggi in compagnia di uno dei genitori o di chi ne fa le veci. 
Il nome dell'eventuale diverso accompagnatore deve essere riportato su una dichiarazione rilasciata da chi può dare l'assenso e convalidata dalla Questura o dall'Autorità Consolare.
La normativa sui viaggi all'estero dei minori varia in funzione delle disposizioni nazionali. Si consiglia pertanto di assumere informazioni aggiornate presso la Questura o il Commissariato di Polizia.

Per il rilascio della CIE ai cittadini stranieri residenti
I cittadini stranieri possono ottenere il rilascio della carta d'identità - che non sarà valida per l'espatrio - presentando oltre alla foto, permesso di soggiorno e passaporto, entrambi in corso di validità nel caso di primo rilascio; per il rinnovo occorre presentare anche la vecchia carta. 

Ultima modifica: 
Venerdì, 30 Aprile, 2021 - 13:04