Richiesta di autorizzazione in deroga ai limiti acustici di tipo non semplificato per cantieri edili, stradali o assimilabili con attività potenzialmente rumorose - Modello D

Materia: 
Riferimenti
Ufficio: 
Ufficio Tutela e diritti dell'ambiente
Telefono: 
0586 820196 - 820147
Fax: 
0586 518325
Indirizzo: 
Piazza del Municipio, 1 - Palazzo Comunale
Orario di apertura: 
Lunedì e venerdì 9:00 - 13:00, martedì e giovedì 15:30 - 17:30 agosto escluso, chiuso il mercoledì
Responsabile
Responsabile del procedimento: 
Gloria Canessa
Telefono: 
0586 820345
Descrizione

L'attività di cantieri edili, stradali o assimilabili con attività potenzialmente rumorose deve essere preventivamente autorizzata dal Comune. L'autorizzazione è subordinata al parere della competente Azienda Sanitaria con spese a carico del richiedente.

Moduli
Costi e modalità di effettuazione dei pagamenti

Numero 2 marche da bollo da € 16,00 (una per la richiesta ed una per l’atto autorizzativo).

Modalità di presentazione

La richiesta va presentata attraverso la compilazione del modulo scaricato dalla presente scheda informativa.
Il modulo compilato con gli allegati previsti può essere inviato:

  1. inviato per posta ordinaria a Comune di Livorno, Piazza del Municipio 1, 57123 Livorno
  2. inviato per PEC all'indirizzo PEC del Comune comune.livorno@postacert.toscana.it
  3. consegnato all'URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico, Piazza del Municipio 1, orario: da lunedì a venerdì ore 9.00-13.00, martedì e giovedì ore 15.30-17.30 (agosto escluso).

Alla richiesta deve essere allegata relazione descrittiva dell’attività che si intende svolgere redatta da tecnico competente in acustica ai sensi del’art. 16 L.R.T. n. 89/98 che contenga:

  1. un elenco degli accorgimenti tecnici e procedurali che saranno adottati per la limitazione del disturbo e la descrizione delle modalità di realizzazione
  2. una pianta dettagliata e aggiornata dell’area dell’intervento con l’identificazione degli edifici di civile abitazione potenzialmente disturbati
  3. una relazione che attesti l’eventuale conformità a norme nazionali e comunitarie di limitazione delle emissione sonore; nonché un elenco dei livelli di emissione sonora delle macchine che si intende utilizzare e per le quali la normativa nazionale prevede l’obbligo di certificazione acustica
  4. la durata del cantiere
  5. l'eventuale articolazione temporale e durata delle varie attività del cantiere
  6. i limiti richiesti e la loro motivazione, per ognuna delle attività diverse previste.
Tempi del procedimento

30 giorni

Atto finale

Autorizzazione.

Normativa di riferimento
  • L. n. 447  del 26.10.1995 Legge Quadro sull’inquinamento acustico;
  • DPCM  del 14.11.1997 Determinazione dei valori limite delle sorgenti sonore;
  • L.R. n. 89 Regione Toscana  del 01.12.1998 Norme in  materia di Inquinamento Acustico;
  • DGR n. 857 del 21.10.2013 Definizione dei criteri per la redazione della documentazione di impatto acustico e della relazione previsionale di clima acustico ai sensi dell'art. 12 c. 2 e 3 L.R. 89/1998;
  • DPGR n. 38/R del 7.07.2014 Modifiche al Regolamento Regionale di attuazione art. 2 c. 1 L.R 89/1998 Nome in materia di inquinamento acustico;
  • DPGRT  n. 2/R/2014 e successivo DPGRT n. 38/R/2014;
  • DCC n. 104 del 19.09.2013  Regolamento comunale delle attività rumorose e modalità di rilascio alle deroghe ai limiti di zona.
Note

L'autorizzazione viene rilasciata ai soli fini acustici, salvo diritti di terzi fermo restando la necessità di acquisire eventuali titoli autorizzativi da altri uffici.

Ultima modifica: 
Mercoledì, 21 Dicembre, 2016 - 09:47