Istanza di rilascio attestato di soggiorno permanente ai sensi del D.Lgs. 6 febbraio 2007, n. 30

Materia: 
Riferimenti
Ufficio: 
Ufficio Anagrafe e notifiche
Telefono: 
0586 820458; 0856 820448
Fax: 
0586 518056
Indirizzo: 
Piazza del Municipio, 50 - Palazzo nuovo
Orario di apertura: 
Da lunedì a venerdì 9:00 - 13:00, martedì e giovedì anche 15:30 - 17:30 agosto escluso
Responsabile
Responsabile del procedimento: 
Lodovica Lanzotti
Telefono: 
0586820458
Descrizione
Il cittadino dell'UE, dopo almeno 5 anni continuativi e ininterrotti di residenza/soggiorno legale in un altro paese dell'Unione, acquisisce automaticamente il diritto al soggiorno permanente. Può quindi chiedere un documento di soggiorno permanente che conferma il suo diritto a soggiornare in modo permanente nel paese in cui vive, senza particolari condizioni. Si tratta di un documento diverso dall'attestato d'iscrizione, che in molti paesi è obbligatorio. Il documento di soggiorno permanente non è obbligatorio. Il documento di soggiorno permanente può rivelarsi un utile strumento per l'adempimento di formalità amministrative o nei rapporti con le autorità. Ciò significa che le autorità non possono più chiedere di dimostrare di avere un lavoro, di disporre di risorse sufficienti, di avere un'assicurazione sanitaria ecc. Il documento ha una validità di 10 anni ed è rinnovabile automaticamente, senza obblighi né condizioni. Per ottenerlo il cittadino UE deve presentare un documento comprovante il suo soggiorno legale nel paese ospitante da 5 anni. Per soggiorno legale si intende che nel corso dei cinque anni di presenza l'interessato abbia risieduto sul territorio alle condizioni previste all'art. 7, n.1, della direttiva 2004/38, recepita con il D.Lgs. n.30/2007, e non sia stato oggetto di misure di allontanamento. Sul punto è intervenuta la Corte di Giustizia Europea, con la sentenza del 21 dicembre 2011, che ha stabilito quanto segue:
  • Spetta al cittadino l’onere di dimostrare documentalmente il possesso delle condizioni di cui all’art. 7 n. 1 della direttiva: lavoro (o condizione equiparata), o risorse più polizza sanitaria per 5 anni; pertanto la richiesta deve essere corredata dalla documentazione atta a provare le condizioni predette.
  • Compete all’ufficiale d’anagrafe la valutazione della sussistenza dei presupposti per il rilascio dell’attestato permanente.
Moduli
Costi e modalità di effettuazione dei pagamenti

L'istanza per il rilascio dell'attestato deve essere presentata in bollo da 16 euro. Al momento del ritiro del certificato deve essere consegnata al personale addetto un'altra marca da bollo da 16 euro.

Modalità di presentazione

Direttamente allo sportello dell'Anagrafe

Tempi del procedimento

Previa istruttoria della pratica il certificato viene rilasciato entro 30 giorni dalla richiesta.

Atto finale

Rilascio dell'attestato di soggiorno permanente.

Normativa di riferimento

D.Lgs. 30/2007;
Direttiva Unione Europea 2004/38/CE;
Corte di Giustizia Europea, sentenza del 21 dicembre 2011 prot. C-424/10 e c-425/10.

Ultima modifica: 
Venerdì, 27 Maggio, 2016 - 09:44