Iscrizione anagrafica delle persone senza fissa dimora (Via Fittizia)

Materia: 
Riferimenti
Ufficio: 
Ufficio Anagrafe e notifiche
Telefono: 
0586 820459 - 820024
Fax: 
0586 518056
Indirizzo: 
Piazza del Municipio, 50 - Palazzo nuovo
Orario di apertura: 
Da lunedì a venerdì 9:00 - 13:00, martedì e giovedì anche 15:30 - 17:30 agosto escluso
Responsabile
Responsabile del procedimento: 
Lodovica Lanzotti
Telefono: 
0
Descrizione

Con la deliberazione n. 298 del 7 luglio 2015, la Giunta Comunale ha disposto l’istituzione della Via Fittizia, un’area di circolazione non realmente esistente presso cui registrare la posizione anagrafica di quelle persone che, non avendo una situazione alloggiativa normale e non potendo registrarsi altrimenti, non avrebbero potuto accedere ai servizi di welfare comunale. Infatti, l'iscrizione all'anagrafe del Comune di Livorno consente di richiedere la Carta di Identità e le certificazioni anagrafiche e di accedere alla tessera elettorale, alla tessera sanitaria, alla patente di guida e a tutti i documenti per i quali l’iscrizione anagrafica è condizione necessaria.
Possono presentare la richiesta persone senza fissa dimora, senza tetto o assistite dai servizi sociali comunali che vivono abitualmente e continuativamente all'interno del territorio del Comune di Livorno e aventi un domicilio a Livorno. L'interessato, per legge, deve dichiarare il domicilio, fornire gli elementi e/o documenti utili a verificare la situazione di persona senza fissa dimora e a svolgere gli accertamenti per stabilire l'effettiva sussistenza del domicilio stesso. (comma 3 art. 2, legge 24 dicembre 1954 n. 1228).
Per tutti coloro che non sono in grado di dimostrare il domicilio, è inviata comunicazione al comune di nascita, se diverso da Livorno, per l'iscrizione nel registro anagrafico di quel comune.
L'Ufficiale di Anagrafe ha due giorni lavorativi successivi alla ricezione della domanda per effettuare l'iscrizione anagrafica e il richiedente, ottenuta l'iscrizione, può già chiedere le certificazioni e la carta d'identità, contenenti l’indicazione: Via della Casa Comunale (Via Fittizia) e il numero progressivo di iscrizione.
Trascorsi 45 giorni, nel corso dei quali l'Ufficiale di Anagrafe esperisce i necessari accertamenti, ivi compresa la verifica degli elementi forniti dal richiedente in relazione alla sussistenza del domicilio all'interno del territorio del Comune di Livorno, senza comunicazioni ostative all’accoglimento della richiesta (cosiddetto preavviso di rigetto ex articolo 10-bis della legge 241/1990) quanto dichiarato si considera conforme alla situazione di fatto alla data della dichiarazione.
In base alla normativa vigente i nominativi delle persone registrate anagraficamente presso la via fittizia saranno inviati in modalità telematica al Ministero dell’Interno, presso il quale è istituito il registro nazionale delle persone senza fissa dimora.

Moduli
Allegati
Costi e modalità di effettuazione dei pagamenti

Il servizio è gratuito.

Modalità di presentazione

Il richiedente può acquisire il modulo di richiesta recandosi presso l’URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico, Piazza del Municipio 1, lo Sportello URP presso il Salone Anagrafe, Piazza del Municipio 50, il Centro Servizi al cittadino Area Nord, Piazza Saragat 1 e il Centro Servizi al cittadino Area Sud, Via Machiavelli 21 (orario: da lunedì a venerdì ore 9.00-13.00; martedì e giovedì ore 15.30-17.30 escluso il mese di agosto). Il modulo può essere anche scaricato da questa scheda stessa.
Il richiedente può ricevere informazioni sulla compilazione e consegnare il modulo su appuntamento presso lo specifico sportello di Anagrafe.
L'appuntamento va preso telefonicamente o allo sportello presso l'U.R.P. (Tel. 0586 820204/205) o presso i Centri Servizi al cittadino Area Nord (Tel. 0586 824811) e Area Sud (Tel. 0586 824920). È prevista la possibilità di fissare due appuntamenti al mattino, dal lunedì al venerdì, rispettivamente alle ore 10.00 e alle ore 11.30 e un appuntamento al pomeriggio del martedì e giovedì alle ore 15.30. Alla dichiarazione deve essere allegata copia del documento d’identità del richiedente e delle altre persone per cui si chiede l’iscrizione, che, se maggiorenni, devono sottoscrivere il modulo.
Il cittadino di stato non appartenente all’Unione Europea deve allegare la documentazione indicata nell’allegato A). Il cittadino di stato appartenente all’Unione Europea deve allegare la documentazione indicata nell’allegato B). Il richiedente deve compilare il modulo per sé e per le persone sulle quali esercita la potestà o la tutela.
La dichiarazione può essere presentata anche da procuratore/amministratore di sostegno dell’interessato, nominato con apposito atto, da allegare alla richiesta.

Tempi del procedimento

Due giorni lavorativi.
L'iscrizione anagrafica nella Via della Casa Comunale è subordinata all'espletamento degli accertamenti da parte degli uffici comunali competenti e si perfeziona con il decorso di 45 giorni.

Atto finale

L'accoglimento della richiesta si concretizza nell'iscrizione anagrafica del soggetto da parte dell'Ufficiale d’Anagrafe delegato dal Sindaco.
In caso di elementi negativi emersi nel corso dell’istruttoria, l’interessato viene invitato ad inviare chiarimenti ed informazioni con nota scritta (cosiddetto preavviso di rigetto) ex art. 10 bis L. 41/1990 a firma della Posizione Organizzativa “Anagrafe e Notifiche”.
L’eventuale diniego d’iscrizione è espresso con determina a firma del Dirigente del Settore Anagrafe e demografico.

Normativa di riferimento

artt. 1 e 2, comma 3, Legge 24 Dicembre 1954, n. 1228;
artt. 1 e 7 D.P.R. 30 Maggio 1989, n. 223;
L. 94 del 15 luglio 2009;
Decreto Ministero dell’Interno del 6 luglio 2010

Per i Cittadini extra Comunitari:
D.P.R. 394/1999 "Regolamento recante norme di attuazione del testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero.

Per i Cittadini Comunitari:
D.lgs. 6 Febbraio 2007, n. 30;
Legge 15 luglio 2009, n. 94 (facente parte del c.d. pacchetto sicurezza).

Deliberazione della Giunta Comunale n.298 del 7 luglio 2015.

Ultima modifica: 
Martedì, 6 Giugno, 2017 - 12:51